"Uno studio fatto di persone"

Lo studio Lunardi Fiorese è la risposta per tutte le vostre esigenze di consulenza aziendale

DETRAZIONE DEL 19% SULL’ACQUISTO DI LIBRI: SOLO PER I LIBRAI…

Posted by on 27 gen, 2014 in News Italia | 0 comments

Di oggi la notizia che la prevista agevolazione è stata modificata nei termini che si possono leggere al link di seguito indicato

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-02-04/con-tratto-penna-bonus-libri-e-diventato-bonus-librai-094151.shtml?uuid=ABZASLu

Il governo, attraverso il decreto “Destinazione Italia” ha introdotto un agevolazione fiscale legata agli acquisti di libri scolastici, universitari e di letturapari al 19% della spesa sostenuta fino ad un massimo di 2.000 € per ciascuna persona fisica.

 

L’agevolazione, che resterà in vigore fino al 2016, consente a tutti di poter portare in detrazione dell’IRPEF il 19% del costo di acquisto dei libri scolastici, universitari e di lettura sostenuto a partire dal primo gennaio 2014, fino ad un tetto massimo di 2.000 €, per ciascun soggetto, così suddiviso:

 

  • 1.000 € per i libri di testo scolastici ed universitari;

  • 1.000 € per tutti gli altri tipi di pubblicazioni identificati con il codice ISBN (il numero che identifica a livello internazionale in modo univoco e duraturo un titolo o una edizione) e EAN (il meglio noto codice a barre)

 

In ogni caso, gli acquisti validi ai fini delle detrazione sono soltanto quelli cartacei. Restano perciò esclusi dalla detrazione in oggetto gli acquisti effettuati in formato digitale, gli ebook e tutti i libri legati all’attività professionale già deducibili nella determinazione del reddito complessivo del soggetto titolare di partita IVA.

 

I contribuenti che vogliono far valere l’agevolazione legata all’acquisto di libri devono necessariamente farsi rilasciare esclusivamente la fattura (lo scontrino non è valido) da parte del venditore sul quale sia indicato il codice ISBN del libro.

 

Leggi Tutto

Rinviato al 16 maggio il termine per il pagamento dell’assicurazione infortuni INAIL

Posted by on 23 gen, 2014 in News Italia | 0 comments

 

Rinviato da febbraio a maggio il termine per il pagamento dell’assicurazione infortuni. Lo hanno deciso i ministri dell’Economia e del Lavoro, dopo che la legge di stabilità ha ridotto per il 2014 i premi e i contributi a carico dei soggetti tenuti all’obbligo assicurativo per un importo complessivo di un miliardo di euro, in relazione all’andamento infortunistico aziendale. Il differimento della scadenza consentirà alle imprese di beneficiare pienamente della riduzione del costo del lavoro nel corso del 2014, senza bisogno di successivi conguagli, migliorandone anche la liquidità

La misura percentuale della riduzione e i soggetti beneficiari saranno individuati con apposito decreto del ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, di concerto con il ministro dell’Economia e delle Finanze, su proposta dell’Inail, che sta provvedendo all’elaborazione degli andamenti infortunistici di ciascuna azienda ai fini dell’adozione del decreto.

 

Per la rapida applicazione della riduzione, in attesa del decreto e per consentire i necessari adeguamenti dei software gestionali, i ministri dell’Economia e del Lavoro hanno dunque preannunciato il differimento della data di scadenza dell’autoliquidazione al 16 maggio 2014. Sono posticipati alla stessa data anche i pagamenti dei premi speciali non soggetti all’autoliquidazione, con date di scadenza antecedenti al prossimo 16 maggio. L’onere del differimento è interamente a carico dello Stato.

 

La ricaduta positiva della proroga è duplice: da un lato consente alle imprese di beneficiare pienamente della riduzione del costo del lavoro nel corso di quest’anno, senza bisogno di successivi conguagli, dall’altro migliora le condizioni di liquidità delle stesse imprese. L’Istituto provvederà quanto prima a comunicare le necessarie istruzioni operative per l’applicazione della riduzione.

 

 

Leggi Tutto
sviluppo web: gironi.it - consulenze informatiche **chiare**